EducaMente

EducaMente

Progetto di assistenza psico – socio – sanitaria

Obiettivi generali:
Promozione del benessere fisico e psicologico nelle fasce di riferimento;
Prevenzione del disagio psicologico;
Prevenzione ed educazione alla salute.

11831689_688204064617780_4951617654790070410_nObiettivi specifici:
Sviluppo delle competenze socio-emotive nel bambino;
Gruppi di supporto per le fasi di transizione diretti ai bambini di Manungu;
Incontri divulgativi circa l’educazione alimentare, la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, la prevenzione dentaria e l’accompagnamento alla gravidanza;
Gruppi di supporto all’orientamento alla crescita per le donne di Manungu;
Formazione in loco di figure di riferimento, in relazione alle aree sopra elencate, al fine di garantire nel tempo una continuità del progetto;
Reclutamento di figure mirato alla traduzione dei contenuti in lingua locale.

Risultati Attesi (termini quantitativi)
I risultati attesi riguardano la partecipazione e l’impegno attivo da parte della popolazione di Manungu.
Per quanto riguarda l’area psicoeducativa si attende che il bambino sia più consapevole dei propri vissuti emotivi e che riesca a gestirli in modo più funzionale;

Per quanto riguarda la donna si attende un livello di benessere psicologico più elevato che le consenta di affrontare il cambiamento anche a livello evolutivo del crescere e prendersi cura dei propri figli e che le permetta di risolvere eventi traumatici non affrontati.
Un ulteriore risultato atteso è la diffusione di conoscenze specifiche riguardo l’educazione alimentare, le MTS e la gravidanza. Infine si intende provvedere alla formazione di figure di riferimento in grado di sensibilizzare il resto della popolazione rispetto alle tematiche sopra citate per garantire la continuità del Progetto nel tempo.

Attività:

Area Psicoeducativa:
per i bambini dell’asilo e della scuola primaria del villaggio di Manungu si prevede lo svolgimento di 11987148_698727130232140_6561592026213523361_nattività interattive e laboratoriali in piccoli gruppi sul tema dell’affettività.
Attraverso la realizzazione di cartelloni i bambini impareranno a riconoscere le emozioni primarie e secondarie e a sviluppare la collaborazione tra pari in un ottica di sviluppo delle capacità empatiche.
Si prevede l’istituzione di uno Sportello d’ascolto psicologico per i malati di AIDS e per altre situazioni di sofferenza.
Si provvederà alla creazione di gruppi di riflessione (6-8 persone) rivolti in particolare alle donne del villaggio di Manungu; i gruppi si ritroveranno nello spazio antistante alla parrocchia, e il loro scopo è quello di garantire uno spazio di confronto e di rivisitazione della propria storia di vita, nonché un’attività di Sostegno alla maternità.
Infine, si andranno a formare figure di riferimento che possano essere di supporto all’interno del villaggio.

Area Sanitaria:
attività di informazione circa le metodiche di prevenzione delle principali malattie a trasmissione sessuale e oro-fecale, i sintomi principali delle diverse patologie e i percorsi di cura che si possono attivare. L’attività di divulgazione avverrà tramite cartelloni o poster esplicativi che verranno preparati prima della partenza. Le attività verranno svolte in piccoli gruppi (10-15 persone) all’interno del villaggio di Manungu, presso il parco della parrocchia e all’interno della Urban Clinic. I cartelloni verranno successivamente lasciati a disposizione della popolazione locale. Si effettueranno dei corsi di primo soccorso in cui gli operatori formeranno la popolazione circa le procedure e i comportamenti appropriati da mettere in atto in caso di emergenza.
Si prevede anche per questa macro-area la formazione di alcune figure che possano anche in futuro fungere da referenti circa la tematica della salute per gli abitanti di Manungu.

Beneficiari:
Bambini, adolescenti, donne e in generale popolazione di Manungu; personale della Urban
Clinic di Monze.

Monitoraggio e Valutazione:
La valutazione degli esiti prima del rientro in Italia consisterà in un’osservazione attenta da parte degli operatori. Al rientro il monitoraggio degli esiti avverrà tramite periodici scambi di informazioni con le Suore stabilmente presenti a Manugnu e le figure di riferimento scelte in precedenza  e adeguatamente formate.

Materiali: Cartelloni, pennarelli, tempere, pastelli in grosse quantità. Modellino dell’apparato genitale maschile e femminile.

 

Referenti:

– Arianna – a.panigari@alice.it

– Federica – f.gandini3@gmail.com