Hoops

Volevo scrivere giusto due parole per raccontare l’esperienza vissuta in Africa, più precisamente a Monze, Zambia.

Non mi dilungherò troppo perchè ci sarebbero veramente tantissime cose da dire e da descrivere.

La mia avventura è cominciata grazie ai miei super compagni di viaggio con i quali ho condiviso belli e brutti momenti.

l’impatto con una cultura completamente diversa è da subito evidente ma le persone sono tutte molto socievoli e simpatiche.

Io preciso che mi sono subito rapportato con i ragazzi coetanei del posto tramite lo sport, precisamente la pallacanestro.

Come Whanau affrontavamo le giornate affiancando una onlus molto conosciuta, Slums Dunk. Abbiamo offerto tutto l’aiuto possibile alla comunità locale e così facendo abbiamo rafforzato il rapporto con tutti, specialmente con i bambini, ai quali ci siamo davvero affezionati. La pallacanestro è, per tutti i ragazzi che abbiamo conosciuto, un modo per evadere dalla quotidianità, dai problemi di tutti i giorni: quando giocano pensano solo a dove sono e cosa stanno facendo, lì, in quel rettangolo di gioco concentrandosi sulla palla e sul canestro.

Ho mantenuto un bellissimo rapporto con Daniel, Ulu, Derrick e gli altri ragazzi di Monze; li considero come fratelli, figli di una terra piena di contraddizioni ma davvero meravigliosa, lo Zambia.

Non vedo l’ora di poter tornare e continuare ciò che, tutti insieme, abbiamo iniziato.

Nicolò

basket 3